Assistenza elettrodomestici - ricambi originali


  Contact : 081 57 43 422

Come pulire il piano cottura a induzione

l piano di cottura in vetro ceramica o a induzione, è caratterizzato da una superficie completamente piatta, lucida, liscia e priva dei comunissimi fornelli. Teoricamente, i piani di cottura a induzione sono più facili da pulire rispetto a quelli standard perché l’unica parte dell’apparecchio che si riscalda è quella a contatto con la pentola. Tuttavia, la superficie di tali piani è costituita da un materiale ceramico di vetro che è suscettibile a graffi ed abrasioni. Per mantenerlo bello e funzionale, occorrerà pulirlo regolarmente ed utilizzare solo i prodotti specificamente progettati per l’apparecchio. Ecco dunque come procedere per una corretta pulizia.

Assicurati di avere a portata di mano:

  • Raschietto, aceto, acqua distillata, panno in microfibra, bicarbonato, succo di limone.
Come pulire il piano cottura a induzione

 

  • Prima di iniziare i lavori di pulizia assicuratevi che la piastra sia completamente spenta e fredda, per evitare possibili ustioni o lesioni del vetro. Per una pulitura superficiale, prendete una spugna morbida o un panno in microfibra inumidito con dell’acqua distillata, così da eliminare immediatamente i residui di pulviscolo depositatosi sulla superficie. Ricordate di non adoperare in nessun caso spugne abrasive, pagliette saponate, carta da cucina o panni non adatti, poiché potreste graffiare la piastra!
  • Se, invece, sono presenti delle macchie più ostinate o difficili da rimuovere come incrostazioni o sporco, sarà sufficiente usare una crema adatta per tali esigenze, dei raschietti adatti al vetro o una soluzione d’aceto e bicarbonato di sodio. Almeno una volta a settimana detergete il piano cottura con un panno intriso di una soluzione composta per il 50 % d’acqua e per il 50% d’aceto bianco distillato.
    In questa maniera rimuoverete tutti i residui che non avete pulito con il raschietto. L’aceto, oltre ad essere un ottimo disinfettante e sgrassatore naturale, toglierà qualunque odore rimasto e farà brillare la vostra cucina come uno specchio. In alternativa, se non preferite particolarmente l’odore pungente dell’aceto, potete adoperare del succo di limone appena spremuto.
  • Un ultimo accorgimento da tenere in considerazione per impedire di graffiare o rovinare la superficie del fornello a induzione mentre vi apprestate a cucinare (probabilmente trascinando le pentole), è quello di collocare sotto i tegami un foglio di carta assorbente da cucina o delle pezzuole in cotone. Appena avrete terminato di preparare la cena, basterà semplicemente buttare via il foglio e il vostro piano rimarrà intatto, pulito e perfettamente lucido.